Abita Immobiliare logo

appartamenti | appartamenti in villa | ville | affitti | fuori Liguria interi immobili | rustici | dove siamo | chi siamo | attività

 
        

 
     

"Non temere Giovanni, io sono Maria, la madre di Dio. Annuncia ai rapallesi la mia apparizione e dì loro che qui voglio essere onorata. Questo piccolo quadro,portato per ministero angelico dalla Grecia, lo lascio come pegno di particolare predilezione. Digiunate il sabato"

"Non temere Giovanni, io sono Maria, la madre di Dio. Annuncia ai rapallesi la mia apparizione e dì loro che qui voglio essere onorata. Questo piccolo quadro,portato per ministero angelico dalla Grecia, lo lascio come pegno di particolare predilezione. Digiunate il sabato"

"Non temere Giovanni, io sono Maria, la madre di Dio. Annuncia ai rapallesi la mia apparizione e dì loro che qui voglio essere onorata. Questo piccolo quadro,portato per ministero angelico dalla Grecia, lo lascio come pegno di particolare predilezione. Digiunate il sabato"

"Non temere Giovanni, io sono Maria, la madre di Dio. Annuncia ai rapallesi la mia apparizione e dì loro che qui voglio essere onorata. Questo piccolo quadro,portato per ministero angelico dalla Grecia, lo lascio come pegno di particolare predilezione. Digiunate il sabato"

"Non temere Giovanni, io sono Maria, la madre di Dio. Annuncia ai rapallesi la mia apparizione e dì loro che qui voglio essere onorata. Questo piccolo quadro,portato per ministero angelico dalla Grecia, lo lascio come pegno di particolare predilezione. Digiunate il sabato"

SANTUARIO NOSTRA SIGNORA di MONTALLEGRO

     

     

La facciata marmorea attualmente esistente fu inaugurata il 21 giugno 1896 dal primo vescovo di Chiavari, Mons. Fortunato Vinelli. E' opera dell'Arch. Luigi Rovelli che seppe accoppiare la grandiosità delle linee con le grazie dello stile gotico lombardo.


il portone di bronzo, ispirato allo stile della facciata è opera dello scultore Italo Primi di Rapallo. Fu inaugurato in occasione del quarto centenario dell'apparizione di Maria SS. a Montallegro, il 2 luglio 1957.
 

L'organo fu costruito dalla ditta Inzoli di Crema ed inaugurato nel 1907 in occasione della celebrazione del settimo cinquantenario dell'Apparizione.


Il tempio è ad una navata e misura 25 metri di lunghezza per 11 di larghezza. Comprende cinque altari di marmo.Il primo a destra entrando è dedicato alla Visitazione di Maria. il secondo è dedicato al Crocifisso. Di fronte la cappella dell'Annunciazione, con una tela di Luca Cambiaso. La cappella in fondo è dedicata alla Vergine Addolorata. Il pittore rapallese Francesco Boero nel 1864 fu incaricato di affrescare la volta del tempio con quattro medaglioni che illustrano i principali avvenimenti della storia di Montallegro. L'altare maggiore fu costruito nel 1882 su disegno dell'Arch. Luigi Rovelli.
 

Le sei vetrate, realizzate da Abrati, furono inaugurate il 22 gennaio 1938 e rappresentano una serie di simboli mariani. Vi si possono leggere le preghiere: Causa nostra laetitiae, Ave Maris Stella, Mater Parissima, Regina Pacis, Regina Sacratissima Rosarii, Regina Martirium.


L'Apparizione del 2 luglio 1557:

Era il 2 luglio 1557 quando al contadino Giovanni Chichizola gli appare in un bagliore di luce una Signora:  "Non temere Giovanni, io sono Maria, la madre di Dio.  Annuncia ai rapallesi la mia apparizione e dì loro che qui voglio essere onorata. Questo piccolo quadro, portato per ministero angelico dalla Grecia, lo lascio come pegno di particolare predilezione.  Digiunate il sabato"
La visione scompare, ma il piccolo quadro è lì davanti e dalla roccia dove la Madonna ha posato i piedi sgorga una fonte d'acqua. Il parroco ancora incredulo, salito sul monte decide di portare il quadretto in parrocchia a Rapallo,

ma nella notte scompare e il mattino dopo viene ritrovato sul monte, riportato giù una seconda volta, ancora ritorna sul luogo dove lo aveva lasciato la Madonna.


Viene allora costruita una rustica cappella, mentre ai molti pellegrini provenienti da ogni parte,  la Madonna dona i primi miracoli. E' il 6 agosto 1558 quando Mons. Egidio Falceta, finalmente, dopo aver visto con i suoi occhi i prodigi, celebra la Santa Messa e ordina che venga costruita al più presto una chiesa in onore della Vergine e un  ospizio per i pellegrini con particolare riguardo per i poveri e i malati. L'architetto Lagomaggiore diresse i lavori, ma fu tutta la popolazione di Rapallo che partecipò
alla costruzione, con fede e devozione, portando sulle spalle i materiali,  che permise al santuario di essere aperto dopo soli 11 mesi, nel luglio 1559. Il quadretto è una icona greco-bizantina di cm. 18 per 13, raffigurante la "Dormitio Virginis", la morte e l'assunzione della Madonna al cielo.
 


1557 il Capitano di  Ragusa


1657 Rapallo  si salvò dalla peste


Moltissimi quadri votivi ricoprono oggi le pareti del santuario a testimoniare i miracoli e le Grazie ricevuti. Alcuni meritano di essere notati per il loro valore storico.

Il più antico è quello del capitano Nicolò Allegrretis,  per l'evitato naufragio al largo di Monterosso nel corso del viaggio da Dubrovnik a Genova,  26 dicembre 1574.

 

   

Tra le targhe d'argento alcune furono offerte dalla Comunità di Rapallo nel  1657, 1747, 1836.

     

La processione a conclusione della "novena" che si ripete ogni anno, nei secoli, attraversa le vie della città con gli antichi Cristi lignei che precedono l'arca argentea della Santa Vergine.

     

Dal giorno dell'Apparizione a tuttoggi è forte e grande la fede e la devozione per la Madonna di Montallegro nei rapallesi. Durante i secoli furono sempre protetti dalla Vergine e tramandarono di generazione in generazione l'usanza,  come atto dovuto di ringraziamento, della "novena dell'alba": dal 23 giugno, per nove mattine si sale a piedi sul monte, percorrendo l'antica mulattiera, si parte alle 2,30/3 del mattino per dire il rosario, ascoltare la Santa Messa e chiedere una grazia. Non c'è anno che la Madonna non ascolti i suoi figli. Io stessa che ho iniziato il pellegrinaggio all'età di 4 anni ( oggi ne ho 54) sono testimone di miracoli e se qualcuno di voi vuol provare, anche solo per una mattina, sarò felice di fare da guida.
(
nadiamolinaris@libero.it ) Si ritorna a Rapallo  per le 6  e l'alba, dall'alto di quel Monte, farà sentire ad ognuno le parole che il vostro cuore sarà pronto ad ascoltare...

2 LUGLIO 1557   2 LUGLIO 2007  450° ANNIVERSARIO APPARIZIONE DELLA
SS. VERGINE A MONTALLEGRO

Ringrazio, la Madonna di Montallegro per i miracoli che mi ha elargito e il Santuario,  per il materiale fornitomi. (n.a.m.)
 www.santuariomontallegro.com

 

disclaimer

 
 
 

tel. +39 0185 60337   e-mail: agenzia@abitaimmobiliaresas.it
(vedi  informativa sulla privacy - D. Lgs 196/2003)

 
Home Indietro   3    Avanti
 
  appartamenti | appartamenti in villa | ville | affitti | fuori Liguria | interi immobili | rustici | dove siamo  chi siamo|attività
Abita Immobiliare s.a.s. - Porto Turistico Carlo Riva, 7 - 16035 Rapallo - P.I. 01285240998
Copyright © 2000 -  Abita Immobiliare s.a.s. di Nadia Molinaris & C. - designed by .:mtmd:.